Coronavirus Ibiza e Formentera, Spagna: come viaggiare nell’estate 2021 (COVID19)

Aggiornamento – Vacanze a Ibiza Coronavirus (COVID-19): quali sono le regole per viaggiare durante la stagione estiva 2021 a Ibiza e Formentera? Cerchiamo di fare chiarezza.

Grazie alla riduzione della diffusione del Virus in Spagna e nel resto dell’Europa, il Governo delle Isole Baleari si è riunito il 24 aprile per discutere e allentare le misure di contentimento e restrizioni, passando cosi a Livello 2 (richio medio).


Viene mantenuta la richiesta di test covid negativi nei porti e negli aeroporti alle persone e ai turisti in ingresso.

Quali controlli vengono effettuati e che restrizioni ci sono?

COVID-19 Ibiza e Formentera

Chiunque arrivi Ibiza, per via aerea o marittima deve presentare un tampone molecolare PCR con esito negativo (no test rapido), effettuato nelle 72 ore precedenti all’ingresso. I minori di 6 anni sono esentati dal test Covid.

Verrà fatto il tampone in aeroporto a tutti coloro che non lo hanno effettuato preventivamente o a chi ha eseguito solo tampone antigenico rapido con una multa che puo arrivare fino a 3.000€, che puo aumentare notevolmente in caso di positività.

Prima dell’arrivo deve essere compilato il modulo FCS online sul sito www.mscbs.gob.es per ricevere il QR Code da presentare al peronale a terra.

All’arrivo verrà misurata la temperatura corporea e un controllo visivo dello stato di salute del passeggero.

Come in Italia, anche a Ibiza e Formentera ci sono delle regole e restrizioni da osservare:

  • Nessun obbligo di quarantena per i viaggiatori.
  • Bar e ristoranti sono aperti con capienza al 100% solo delle aree all’aperto, es. terrazze, giardini, tavoli all’aperto. Rimangono chiuse le aree interne e la capacità massima è fissata a 4 persone per tavolo. I bar e ristoranti potranno restare aperti dalle 20:00 alle 22:30 dal Lunedi al Venerdi, tranne i weekend e i giorni festivi.
  • Il coprifuoco notturno è previsto dalle ore 23:00 fino alle ore 6:00.
  • Gli orari di apertura dei negozi sono prolungati fino alle ore 21:00, con ingressi contigentati e capienza massima del 75%.
  • E’ obbligatorio l’uso obbligatorio della mascherina, la distanza interpersonale di sicurezza qui è di almeno due metri.

Il rientro in Italia

La Spagna fa parte dei paesi di categoria C, quindi per il rientro in Italia bisogna seguire i seguenti passi:

  • Obbligo di presentazione all’imbarco la seguente autocertificazione (link pdf) che attesti di essersi sottoposti ad un Tampone negativo nelle 48 ore precedenti l’ingresso in Italia, sono accettati anche i test rapidi. Chi non lo presenterà all’arrivo in Italia dovrà sottoporsi a isolamento fiduciario di 10 giorni dalla data di arrivo e test di controllo di fine isolamento.
  • Obbligo di sottoporsi ad un periodo di autoisolamento della durata di 5 giorni, più ulteriore tampone al termine.
  • Comunicare tempestivamente all’ASL di competenza il proprio arrivo in Italia.

Tutte le informazioni ufficiali, sono presenti al seguente link.

La buona notizia e che In tutta l’isola stanno aprendo molti centri dove poter effettuare test rapidi PCR per il rientro, anche se il costo per il test è ancora di circa 120€ a persona.

Ultimo aggiornamento 05/05/2021

explore Esplora

Luoghi interessanti che potresti visitare: